POLO MUSEALE M9

È il grande museo inaugurato a Venezia Mestre il 1° dicembre 2018, che racconta il Novecento italiano in modo innovativo: le tecnologie impiegate, la vastità e profondità delle informazioni, i suoni, le voci di repertorio, offrono ai visitatori l’incredibile esperienza di immergersi in un passato interattivo. M9 è un polo culturale di respiro internazionale e rappresenta l’intervento più importante della Fondazione di Venezia per contribuire allo sviluppo della terraferma veneziana. Nuovissimo nella concezione e negli spazi, M9 è stato progettato dallo studio berlinese Sauerbruch Hutton e si ispira alle più avanzate esperienze di rigenerazione urbana, proponendo un format nel quale cultura multimediale, architettura sostenibile, tecnologia, servizi per i cittadini viaggiano sullo stesso binario per favorire crescita e benessere della collettività.

TEATRO MALIBRAN

Tra i più antichi e prestigiosi teatri veneziani, il Teatro Malibran (in origine teatro di San Giovanni Grisostomo) venne edificato in soli quattro mesi sul finire del 1677 sul sito dov’era edificata anticamente la dimora di Marco Polo, concepito per essere il più importante di Venezia e destinato alle rappresentazioni liriche. Nonostante alla fine del ‘600 a Venezia vi fossero ben 18 teatri, questo conquistò da subito un posto di primario interesse per il pubblico veneziano essendo “il più grande, il più bello e il più ricco della città” (J.C. de Cramailles, 1683).

Subì varie modifiche e ristrutturazioni e, quella radicale del 1919, ci ha consegnato il teatro come oggi lo conosciamo. Questo, infatti, è rimasto inglobato nel tessuto edilizio circostante e, malgrado alcuni modesti interventi viari e qualche demolizione concepiti per favorirne l’accesso, è rimasto appartato senza nulla concedere a quelle necessità di autorappresentazione della società borghese tipiche dei teatri di altre città italiane ed europee. Con una capienza di quasi 1000 posti, oggi è sede di importanti spettacoli di prosa, musica, opera e danza.

TEATRO TONIOLO

Affacciato su piazzetta Cesare Battisti, a pochi passi dalla principale piazza Ferretto, cuore di Mestre, il teatro Toniolo è uno dei gioielli architettonici della Mestre di inizio Novecento. La sua apertura fu la punta di diamante di una profonda ristrutturazione della zona, che aveva prima comportato la costruzione della galleria e palazzi limitrofi e, quasi contemporaneamente, il rifacimento dell’intera parte terminale del lato occidentale della piazza.

Dopo una serie di interventi eseguiti nel 1951, tra il 2001 e il 2007 il Toniolo è stato sottoposto a una radicale opera di restauro, senza mai sospendere l’attività teatrale e musicale.

Dispone di un’elegante sala con 720 posti a sedere, in cui ospita stagioni di prosa, danza, e musica colta, inserite in circuiti nazionali e internazionali. All’interno del teatro, è stato messo a disposizione del pubblico l’elegante Foyer con la capienza di 80 posti a sedere, spazio impreziosito da decorazioni a tempera in stile Art Decò, ideale per conferenze, letture, incontri.

OSPEDALE DELL’ANGELO – AUDITORIUM PADIGLIONE RAMA

Il Padiglione Giovanni Rama, sede di Scuola di Formazione e Ricerca in Sanità, è uno dei più grandi Centri di formazione e conferenze del territorio veneziano.

Situata di fronte al nuovo Ospedale dell’Angelo di Mestre e a soli 13 chilometri dal centro storico di Venezia, la struttura offre quasi 5000 metri quadrati di spazi coperti per iniziative formative, corsi, conferenze e meeting. Fiore all’occhiello, il modernissimo auditorium da 413 posti.

Il padiglione è un edificio autonomo e completo disegnato dall’architetto Emilio Ambasz e realizzato dallo Studio Altieri. Costruito secondo la filosofia del “green over the grey”, con una serie di terrazze-giardino.