15 Ott 2021

Rete per il Contrasto alla Violenza Contro le Donne

La Rete per il Contrasto alla Violenza Contro le Donne racconta al pubblico la propria esperienza e i progetti futuri.

La Rete è stata costituita un anno fa da ULSS3 Serenissima assieme a IUSVE su input della Regione del Veneto e conta 43 partner.

Nell’occasione, verrà presentato il “Marchio/Logotipo” della Rete, ideato dagli studenti del secondo anno del corso di Type Design dello IUSVE e scelto da una commissione costituita dai referenti della Cabina di Regia. Saranno gli stessi studenti a illustrare il lavoro svolto.

La Rete per il Contrasto alla Violenza Contro le Donne nasce dalla convinzione che questo problema riguarda la comunità e l’intera società e che è in questa dimensione che va affrontato. Troppo spesso la condizione di solitudine e incomunicabilità che accomuna le donne vittime di violenza le allontana infatti dalla possibilità di chiedere aiuto. In questo senso, diventa decisiva una comunicazione che sia quanto più coerente e funzionale all’obiettivo.

Per questo, la Rete Locale antiviolenza lavora quotidianamente per scardinare la percezione/condizione di solitudine e per potenziare la vicinanza e la solidarietà.

15 Ott 2021

con l’ingegnere e divulgatore scientifico FABRIZIO RENZI

che aprirà l’incontro sul tema “intelligenza artificiale”

Il passato determina un sostrato che ancora oggi ci lega a persone e a fatti che hanno inciso il corso della storia. E proprio la storia insegna che la violenza è un fenomeno connaturato all’esperienza delle relazioni di individui e gruppi nel mondo occidentale.

Il femminicidio ne è la manifestazione più tragica, specchio della diseguaglianza di potere tra uomini e donne che attraversa le epoche e non conosce ostacoli. Almeno finchè non riusciremo a creare una cultura e dei modelli veramente efficaci contro la violenza.

La scrittrice Paola Irene Galli Mastrodonato ricostruisce la storia di Bianca Cappello, uno dei femminicidi più eclatanti della Storia, cui seguì una damnatio memoriae senza precedenti: un destino tragico e purtroppo attualissimo, che la avvicina, oggi, alla sorte di molte donne.
Dopo lunghi studi, è riuscita a ristabilire la verità sulla vicenda umana e storica di una delle figure più significative del nostro Rinascimento, ridando alla Granduchessa la sua vera identità e il suo vero volto. Volto in cui si rispecchia, oggi, quello di milioni di donne vittime di violenza.

L’incontro sarà aperto dall’ingegnere e divulgatore informatico Fabrizio Renzi con riflessioni e approfondimenti sul tema “intelligenza artificiale”.

Paola Irene Galli Mastrodonato insegna Lingua e Traduzione Inglese presso l’Università della Tuscia, Viterbo. Ha numerose pubblicazioni sul romanzo del Settecento e del periodo rivoluzionario; sul commediografo anglo canadese David Fennario; su Emilio Salgari e le problematiche post-coloniali.
Tra i suoi titoli: La rivolta della ragione: il discorso del romanzo durante la Rivoluzione francese, 1789-1800 (Congedo, 1991); Storia della vita e tragica morte di Bianca Cappello: Genesi di un racconto di successo del Settecento (Nicomp, 2009); Il teatro politico di David Fennario (Oèdipus, 2002); Il tesoro di Emilio: omaggio a Salgari (Bacchilega, 2008); “1883 – La Tigre della Malesia”, in Storia mondiale dell’Italia (Editori Laterza, 2017); Ai confini dell’Impero: Le Letterature emergenti (Vecchiarelli, 1996); Bianca Cappello, dalla damnatio memoriae alla verità (2020, Linea Edizioni).

Fabrizio Renzi, ingegnere e divulgatore informatico, ha lavorato per 30 anni in IBM svolgendo attività di ricerca come ingegnere biomedico ed elettronico fra l’Italia e i laboratori di Austin, Texas e Yorktown, New York.
È stato inoltre Director of Research Technology and Innovation per IBM Italy, Central Eastern Europe, Middle East and Africa, favorendo i collegamenti fra l’Italia e il resto del mondo per un comune sviluppo tecnologico.
Nel 2019 ha deciso di fondare il gruppo RnBGate per collegare attivamente la ricerca e l’innovazione tecnologica al mondo del business e dell’industria, accompagnando la trasformazione digitale delle imprese tramite l’utilizzo di tecnologie esponenziali.
Nello stesso periodo ha deciso di farsi parte attiva nella riqualificazione e salvaguardia del patrimonio storico e culturale, fondando RnB4Culture.

29 Set 2021

con la docente universitaria e scrittrice PAOLA IRENE GALLI MASTRODONATO

 

Ingegnere e divulgatore informatico, Fabrizio Renzi aprirà l’incontro con riflessioni e approfondimenti sul tema “Intelligenza artificiale”.

Il passato determina un sostrato che ancora oggi ci lega a persone e a fatti che hanno inciso il corso della storia. E proprio la storia insegna che la violenza è un fenomeno connaturato all’esperienza delle relazioni di individui e gruppi.

Il femminicidio ne è la manifestazione più tragica, specchio della diseguaglianza di potere tra uomini e donne che attraversa le epoche e non conosce ostacoli. Almeno finchè non riusciremo a creare una cultura e dei modelli veramente efficaci contro la violenza.

La docente universitaria e scrittrice Paola Irene Galli Mastrodonato ricostruisce la storia di Bianca Cappello, uno dei femminicidi più eclatanti della Storia, cui seguì una damnatio memoriae senza precedenti. Contestualizzandolo nel presente, capiremo che quello di Bianca Cappello è un destino tragico e purtroppo attualissimo, che la avvicina, oggi, alla sorte di molte donne.
Dopo lunghi studi, Galli è riuscita a ristabilire la verità sulla vicenda umana e storica di una delle figure più significative del nostro Rinascimento, ridando alla Granduchessa la sua vera identità e il suo vero volto. Volto in cui si rispecchia, oggi, quello di milioni di donne vittime di violenza.

 

Fabrizio Renzi, ingegnere e divulgatore informatico, ha lavorato per 30 anni in IBM svolgendo attività di ricerca come ingegnere biomedico ed elettronico fra l’Italia e i laboratori di Austin, Texas e Yorktown, New York.
È stato inoltre Director of Research Technology and Innovation per IBM Italy, Central Eastern Europe, Middle East and Africa, favorendo i collegamenti fra l’Italia e il resto del mondo per un comune sviluppo tecnologico.
Nel 2019 ha deciso di fondare il gruppo RnBGate per collegare attivamente la ricerca e l’innovazione tecnologica al mondo del business e dell’industria, accompagnando la trasformazione digitale delle imprese tramite l’utilizzo di tecnologie esponenziali.
Nello stesso periodo ha deciso di farsi parte attiva nella riqualificazione e salvaguardia del patrimonio storico e culturale, fondando RnB4Culture.

Paola Irene Galli Mastrodonato insegna Lingua e Traduzione Inglese presso l’Università della Tuscia, Viterbo. Ha numerose pubblicazioni sul romanzo del Settecento e del periodo rivoluzionario; sul commediografo anglo canadese David Fennario; su Emilio Salgari e le problematiche post-coloniali.
Tra i suoi titoli: La rivolta della ragione: il discorso del romanzo durante la Rivoluzione francese, 1789-1800 (Congedo, 1991); Storia della vita e tragica morte di Bianca Cappello: Genesi di un racconto di successo del Settecento (Nicomp, 2009); Il teatro politico di David Fennario (Oèdipus, 2002); Il tesoro di Emilio: omaggio a Salgari (Bacchilega, 2008); “1883 – La Tigre della Malesia”, in Storia mondiale dell’Italia (Editori Laterza, 2017); Ai confini dell’Impero: Le Letterature emergenti (Vecchiarelli, 1996); Bianca Cappello, dalla damnatio memoriae alla verità (2020, Linea Edizioni).

 

28 Set 2021

La poesia è una strada, un cammino, un viaggio.

Un luogo magico dove perdersi e ritrovarsi.

La poesia ci racconta chi siamo e un giorno (forse) chi saremo.

Prendi lezioni di poesia

da chi non alza mai la voce.

Da chi piange per superare un dolore.

Da chi abbraccia per curarsi l’anima.

Da chi affronta la rabbia

e dalla rabbia, ha smesso di fuggire.

Andrew Faber è lo pseudonimo di Andrea Zorretta che nasce a Roma nel 1978. Poeta, musicista, performer è fra quelli che hanno aperto al web la poesia e nel suo caso con un circuito social che raggiunge gli 80mila followers. Semplicità, innocenza, la forza delle emozioni, la bellezza dei piccoli gesti e delle piccole cose, gentilezza. Nel 2016 esce la prima raccolta, Non ho ancora ucciso nessuno, l’anno dopo D’amore, di rabbia, di te e nel 2018 Fermo al semaforo in attesa di trovare un titolo, vidi passare la donna più bella della storia dell’umanità. Esordio teatrale con lo spettacolo P-Factor (2016) con Marco Marzocca e Stefano Sarcinelli. All’inizio di quest’anno è uscito il primo romanzo, Cento secondi in una vita, una radice autobiografica per un personaggio che si chiama Rebaf, tante ansie da debellare con la poesia e l’amore.

06 Set 2021

con MARIO CUCINELLA

Introduce, l’ing. MAURIZIO MILAN

Ospedali del futuro

Gianni Plicchi, ingegnere, accademico, unisce da 40 anni attività di ricerca nel settore biomedico a un’intensa attività di analisi e progettazione di strutture sanitarie, con riconoscimenti internazionali per il tasso di innovazione e sostenibilità.
I criteri progettuali delle sue opere  prevedono percorsi razionali di  immediata intuizione, spazi e luce naturale per il personale e qualità dei servizi e delle degenze.
Su queste basi, ha creato presso il Policlinico S.Orsola di Bologna il primo Servizio Ospedaliero di Tecnologie Biomediche e dalla omonima Scuola di Specializzazione Universitaria.
Tra le numerose iniziative, ha concretizzato l’idea di ospedali con solo camere singole, che lo scorso maggio ha trovato espressione nel progetto del nuovo nosocomio di Siracusa di 425 posti letto, vincitore di un concorso di idee internazionale.
Parallelamente prosegue la sua ricerca per la brevettazione dispositivi medici innovativi.

17 Ago 2021

con l’ingegnere e scrittore PAOLO MARTA

 

Un destino comune, ineluttabile, di cui possiamo DOBBIAMO essere comunque protagonisti .

Lo sport tra immagine e realtà.

Una passione che diventa professione.

Veneziano, manager dei campioni dello sport, comunicatore, Andrea Vidotti è Agente Fifa e dei più importanti ciclisti professionisti. In più di vent’anni ha gestito l’immagine di tanti campioni dello sport, da Alberto Tomba fino a Sofia Goggia. Esperto di comunicazione e marketing, ha fondato e diretto l’agenzia di comunicazione, Ideeuropee. Consulente di marketing di varie aziende del settore sportivo e organizzatore di eventi.
Appassionato di formazione, docente alla Business School del Master in Sport Business Management de Il Sole 24 Ore a Milano e a Roma, al Master Sbs a La Ghirada a Treviso

Con l’ingegnere e scrittore Paolo Marta ha scritto “Termodinamica della felicità”, in cui gli autori fanno dialogare fra loro piani apparentemente lontani come la favola di Esopo e i principi della termodinamica, letti in chiave formativa: il destino della vita nell’universo è sì segnato, ma può essere disegnato dalla vita di ciascuno di noi.

Paolo Marta, ingegnere trevigiano, in passato ha giocato a rugby nella Benetton Treviso. Appese le scarpe al chiodo ha allenato giovani promesse del rugby e ha fatto parte del progetto didattico della Federazione Italiana Rugby. Ad oggi ha pubblicato 5 libri, l’ultimo, Termodinamica della felicità (Linea Edizioni, 2021), con Andrea Vidotti.

17 Ago 2021

con GIANNI PLICCHI

Introduce, l’ing. MAURIZIO MILAN

Ospedali del futuro

C’è un testo di Hemingway che dice: ‘Al bivio più importante della tua vita, non ci sono segnali stradali’. Devi fare la tua scelta se ti trovi di fronte a due strade: devi decidere, a destra o a sinistra. Ma ora non ci sono più due strade, c’è solo una direzione che è la sostenibilità. Si tratta di come possiamo cambiare il rapporto tra uomini, edifici e natura. Non c’è scelta.

La visione e il lavoro di Mario Cucinella si fondano sull’idea di sostenibilità applicata all’edificio e l’uso razionale delle risorse.

Architetto e designer, ha da sempre incoraggiato l’adozione di un linguaggio architettonico capace di esprimere la bellezza, la ricchezza e le risorse delle culture locali. Con l’impiego delle tecnologie più innovative, integrate alla sostenibilità ambientale, l’etica nei comportamenti e l’impatto sociale positivo, sono sorti edifici come il Sino Italian Ecological Building (SIEEB) a Pechino, il Centre for Sustainable Energy Technologies a Ningbo in Cina (per cui nel 2009 ha vinto il premio MIPIM/Marché International del Professionnels d’immobilier nella categoria green Building) e la sede italiana della 3M a Milano (ancora Premio MIPIM stessa categoria nel 2011).

Nel 2012, fonda Building Green Futures, un’organizzazione no-profit con l’obiettivo di diffondere un’architettura che garantisca dignità, qualità e performance nel rispetto dell’ambiente nei paesi in via di sviluppo.

Ha curato il Padiglione Italia alla Biennale Architettura 2018.

17 Ago 2021

Lectio sull’uso della voce.

Dove nasce la mia voce? Quello che io esprimo e dico è esattamente quello che gli altri percepiscono? Come posso avvicinarmi, abbracciare, creare empatia tra me e chi mi ascolta? Il mondo che mi circonda, la natura, i colori, gli elementi, la sensibilità, l’umanità possono aiutarmi a dare forza al mio parlato?

Una voce, una virtù, una carriera prestigiosa. Andrea Piovan è l’esempio di come lo strumento di una voce possa comunicare nei modi di volta in volta più adeguati ai pubblici più diversi, negli ambiti più svariati e toccando l’inconscio di chi l’ascolta.

Assieme a lui, attore, doppiatore, voce dei palinsesti Mediaset e dei documentari firmati BBC, proveremo ad avvicinarci al meraviglioso mondo di questo strumento unico.Lo faremo innanzitutto attraverso l’uso della “maschera neutra” ideata dai Maestri Sartori di Padova insieme a Dario Fo e Jaques Lecoq.Sarà una lectio-incontro a tu per tu con i mille colori delle emozioni umane.

Andrea Piovan è una delle voci italiane più famose al mondo. Voce narrante in Planet Earth 2, nei documentari BBC Wild Atlantic, Wild Alaska, Wild Patagonia, Wild India, Wild France, Mountains Above the Clouds, Operation Iceberg, speaker ufficiale di Cartoon Network dal 1996 al 2004 e di Boomerang, voce del Capo in Art Attack, adorato dai bambini, voce fuori campo in Chiambretti Night e in Pianeta Mare, speaker ufficiale di Rete4 dal 2008, voce dei servizi nei programmi di Barbara D’Urso, doppiatore di tanti videogiochi e pubblicità televisive, capace di esprimersi in più dialetti, dal romano al veneto al calabrese.Ha recitato in serie tv, sit-com (Camera Café) e collaborato con Striscia la Notizia. Attualmente, insieme al lavoro di tutoring d’eccezione, prosegue come regista e attore di spettacoli per bambini.

17 Ago 2021

Per diventare dobbiamo prima essere. L’identità è un problema sociale, il pensiero unico rischia di rendere impraticabile la soggettività. Quindi, l’annullamento del concetto di persona.

L’amore è la capacità che ci fa riconoscere nell’altro qualcosa di indispensabile per la vita.

L’incertezza e la paura del futuro.

Sulla soglia in cui il presente diventa un futuro, i problemi di un passaggio diventano angosce e speranze. Può servire un manuale di automedicazione per proteggere la nostra psiche dalle emergenze? Un succedaneo o una possibilità?

Vera Slepoj, psicologa, psicoterapeuta e scrittrice, si laurea in psicologia a Padova nel 1977. Presiede la Federazione italiana psicologi e l’International Health Observatory. Tra le molte pubblicazioni ricordiamo: Capire i sentimenti (1996, ristampato nel 2020), Cara TV con te non ci sto più (insieme a Marco Lodi e Alberto Pellai, 1997), Legami di famiglia (1998), Le ferite delle donne (2002), Le ferite degli uomini (2004), L’età dellincertezza (2009), Le nuove ferite degli uomini (2010), La psicologia dell’amore (2015) e Capire i sentimenti (riedizione, 2020). Tante rubriche a tema psicologico su riviste e giornali.

 

17 Ago 2021

in dialogo con l’ingegnere e divulgatore informatico FABRIZIO RENZI

 

La comunicazione intelligente nel mondo vegetale.

L’esempio delle piante ci può aiutare. Da milioni di anni la loro intelligenza crea soluzioni di adattamento sostenibili.

Stefano Mancuso, direttore del Laboratorio Nazionale di neurobiologia vegetale, appassionato divulgatore, testimonial impegnato di una botanica con cui affrontare il cambiamento climatico e le contraddizioni della modernità urbana e industriale.

È stato incluso dal New Yorker tra coloro che sono ‘destinati a cambiarci la vita’.

Protagonista della neurobiologia vegetale e tra le massime autorità mondiali impegnate a studiare e divulgare una nuova verità sulle piante, creature intelligenti e sensibili, capaci di scegliere, imparare e ricordare.

Professore presso l’Università di Firenze e ordinario dell’Accademia dei Georgofili, dirige il Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale (LINV), con sedi a Firenze, Kitakyushu, Bonn e Parigi.

Nel 2013 pubblica il pluripremiato best-seller Verde brillante, tradotto in 19 lingue, per spiegare che le piante hanno una personalità, si scambiano informazioni, interagiscono con gli animali, per sopravvivere adottano strategie mirate, hanno una vita sociale e sfruttano al meglio le risorse energetiche.

Nel 2014 fonda PNAT, una start-up dell’Università di Firenze per la creazione di tecnologia ispirata dalle piante, con cui produce Jellyfish Barge, una serra galleggiante, autonoma e completamente ecosostenibile, presentata ad EXPO 2015.

Ha scritto con Carlo Petrini Biodiversi, un confronto che esorta a ripensare la vita sul Pianeta e a sancire un nuovo patto tra uomo e Terra.

Botanica è il progetto che segna l’incontro tra musica, piante e scienza, prodotto e ideato da Stefano Mancuso con Deproducers.