15 Lug 2022

Gio Evan

Il senso interiore della vita. Guardarsi dentro, ascoltarsi. Comunicare con il mondo per ritrovarsi insieme, avere uno scopo condiviso per il futuro. Non rinchiudersi nei recinti, ma spaziare: scienza, scrittura, musica, filosofia, letteratura e il senso ultimo del viaggio: viaggiare. La spiritualità dell’uomo e il suo elevarsi attraverso le arti, sentirsi parte di un mistero e sondarlo continuamente, tra impegno e gioco. Esistenza, esperienza, eccellenza.

Con lo pseudonimo di Gio Evan, Giovanni Giancaspro, molfettese nato nel 1988, è artista poliedrico, scrittore e poeta, filosofo, umorista, performer, cantautore. Durante un viaggio in bicicletta tra Europa, Sudamerica e India, iniziato nel 2007, incontra maestri sciamani e in Argentina un Hopi conia quello che diverrà il suo nome d’arte. Nel 2008 scrive il suo primo libro, Il florilegio passato, racconto che narra dei suoi viaggi. Fonda in seguito Le scarpe del vento, un progetto musicale che lo porta a pubblicare indipendentemente il suo primo disco, Cranioterapia. Attivo in Francia nel 2014, continua a pubblicare libri, incidere dischi, scrivere e dirigere opere come OH ISSA – Salvo per un cielo. Nel novembre 2019 è protagonista a Miami insieme a Carmen Consoli di Hit week, il più importante Festival dedicato alla musica e cultura italiana oltre i confini nazionali. A marzo 2021 partecipa al Festival di Sanremo con il brano Arnica. Nel luglio di quest’anno dà vita a Evanland, il primo Festival internazionale del mondo interiore.

12 ottobre – Teatro Toniolo

Prenotazioni dal 22 agosto