15 Lug 2022

Amara

“Torneremo ancora – Concerto mistico per Battiato”

In un ideale passaggio di testimone, Cristicchi e la cantante Amara affrontano con grazia e rispetto il repertorio mistico di Battiato, facendosi portatori dei messaggi spirituali che hanno reso immortale la sua opera.
“Torneremo ancora”, il cui tour sta riscuotendo grande successo in tutta Italia, è un viaggio musicale nelle emozioni, ricerca dell’essenza nella confusione della modernità, un “rapimento mistico e sensuale” tanto necessario in questo tempo in cui viviamo.
Saranno accompagnati da Valter Sivilotti (pianoforte, arrangiamenti, direzione musicale) e dai solisti dell’Accademia Naonis di Pordenone (Lucia Clonfero, violino; Igor Dario, viola; Alan Dario, violoncello; U.T. Gandhi, percussioni; Franca Drioli, soprano).
Ad alternare l’esecuzione dei brani – nella nuovissima veste arrangiata dal Maestro Sivilotti – faranno da guida alcune letture tratte dai maestri che hanno influenzato il pensiero di Battiato: Rumi, Gurdjieff, Ramana Maharshi, Willigis Jager e il teologo Guidalberto Bormolini.

Pochi sono quegli artisti che con le loro opere riescono a “cucire” terra e cielo, raggiungendo la rara armonia capace di risvegliare e accarezzare l’anima.
Franco Battiato, pellegrino dell’Assoluto e rivoluzionario della musica, ha lasciato un’eredità preziosa in cui alla forma/canzone si sposa alchemicamente una profonda tensione spirituale: dalla preghiera universale “L’ombra della Luce” alla struggente “La cura”; da “E ti vengo a cercare” fino all’ultimo brano inciso “Torneremo ancora”, che dà il titolo al concerto.
“Devo molto a Battiato, alla sua infinita grazia, al suo modo di concepire l’arte come ‘missione’ che possa aiutare la crescita e l’evoluzione spirituale dei propri contemporanei – racconta Simone Cristicchi -. Battiato è un ‘punto di non ritorno’, prima e dopo di lui, nessun altro: unico cantore di un divino che non ha mai saputo di incensi e sagrestie. Con il progetto Torneremo ancora sento l’emozione e il privilegio di interpretare insieme ad Amara il suo repertorio mistico, e immergermi ancora più profondamente in quei messaggi che valicano i confini del tempo”.

22 ottobre – Teatro Malibran

PRENOTA 22 OTTOBRE - 21.00